giovedì 29 dicembre 2016

Aggiornamento letture.

Preparatevi, questo post sarà lunghino. Ho così tanti libri di cui voglio parlarvi!
Mi ritengo soddisfatta perché, a parte un paio, sono state tutte letture bellissime e ho spaziato anche molto tra generi diversi.
Ma andiamo per ordine..

Purtroppo mi tocca partire dai flop perchè sono i primi libri che ho letto dopo l'ultimo post sull'aggiornamento letture.
Sto parlando di The 100 e The 100. Day 21 di Kass Morgan
Allora, allora, allora partiamo dalla premessa che sono drogata della serie televisiva; mi piace davvero tanto. Così quando ho saputo che era tratta da un romanzo (o meglio una trilogia) non potevo non leggerlo. L'approccio è stato che mi aspettavo una versione cartacea simile, se non uguale, al telefilm quindi è stato uno shock vedere che di simile c'era solo la storia di base e basta.
Tutto tutto diverso, anche i personaggi!
Ma non è per questo che l'ho giudicato un flop.
Il primo romanzo tutto sommato mi era piaciuto (si era creata una coppia che nel telefilm speravo tanto si formasse), è stato il secondo che mi ha delusa. L'ho trovato banale, superficiale, noioso, odioso se parliamo dei capitoli narrati dal punto di vista di Glass (che, ancora prima di arrivare a metà romanzo, ho iniziato a saltarli di peso) e a un certo punto mi sembrava più una telenovelas che un romanzo distopico. Decisamente no, non comprerò mai il seguito.

Fortunatamente il libro che ho letto successivamente mi ha risollevata l'animo. Hollywood love stories di Gill Paul è stata una piacevole scoperta. Si tratta di una raccolta di ben quattordici relazioni tra i divi degli anni d'oro del cinema. Talvolta scandalosi, talvolta tragici ma sempre passionali. Io adoro questo genere di biografie e non posso che consigliarlo.


Dalla raccolta di biografie sono poi passata a un genere totalmente diverso: il fumetto.
Devo dire che erano secoli che non mi riapprocciavo a questo genere.
 Perché l'ho fatto? Perché adesso? Semplice, perché sono andata in fissa con i personaggi di Harley Quinn e Joker.
E da dove arriva questa fissa? Banalmente vi rispondo: dal film Suicide Squad.
Allora in realtà il film non mi è piaciuto ed è stato più il tempo in cui ho dormito che quello in cui ero sveglia però mi ricordo, tra uno stato di incoscienza e l'altro, di essere rimasta ammaliata da questi due personaggi.
Da li ho iniziato a spulciare in internet informazioni e sono saltati fuori due fumetti che, da quanto dicevano, non potevo non leggere per conoscere le origini di questi due famosissimi personaggi.
Detto fatto, miei.
Il primo si intitola Harley Quinn, Amore folle ed è FANTASTICO, l'altro Batman.The killing joke che è ANCORA più fantastico.


Dal fumetto poi sono passata ai libri per bambini.
I fantastici libri volanti di Mr Morris Lessmore di William Joyce
Questo era impensabile per me non averlo.  Lo adoro, ne sono follemente innamorata.
"Un toccante libro sui libri che rende omaggio a tutti i lettori"

Per concludere ho poi letto un saggio, se così si può definire.
Come un romanzo di Daniel Pennac.
Io di Daniel Pennac non avevo mai letto niente ma dopo questo ho voglia di leggere tutta la sua bibliografia. Anche questo un'esaltazione della lettura, o meglio del piacere di leggere. Consigliatissimo!





Ecco qui, queste sono state le mie ultime letture. Cose ne pensate? Avete letto anche voi alcuni di questi libri?

mercoledì 6 luglio 2016

Aggiornamento letture #Giugno

Ciao amici lettori!
Come ve la passate? Come procede la vostra estate? Io lavoro, ogni tanto mi concedo qualche fuga romantica al mare e leggo. Leggo tanto finalmente, cioè non tanto come quando ero al liceo che divoravo una decina di libri al mese ma sto riprendendo i ritmi da Divora-libri.
A Giugno ho letto tre libri e una raccolta di poesie, ne stavo leggendo anche un quarto ma l'ho dovuto mettere in standby. Ma adesso vi spiego tutto bene.

Per iniziare ho letto Giorni di ghiaccio. Agosto 2008, la tragedia del K2 di Marco Confortola. Questo libro l'avevo vinto su una bancarella di beneficenza ed è cascato proprio a fagiolo perché avevo appena finito di leggere Love Holidays dove si parlava anche di alpinismo e l'argomento mi aveva suscitato interesse. Libricino molto breve finito in un giorno, con tanto di foto, narrato in prima persona dall'autore stesso. Scritto come diario di viaggio, dalle pagine emerge tutta la passione che Confortola ha per la montagna. Una passione fin troppo esagerata, più un ossessione a mio parere. Mi ha stupito come certe persone pur di raggiungere un traguardo, in questo caso la cima di una montagna, sfidino la morte. Decisamente non fa per me questo sport, anzi, dopo questo libro la montagna mi piace ancora meno di quanto già non mi piacesse.

Poi avevo voglia di tornare un po' bambina e dato che non l'avevo mai letto (e a dir la verità non avevo neanche mai guardato il cartone della Disney) ho deciso di comprare Alice nel paese delle Meraviglie di Lewis Carroll (in questa bellissima edizione). Bello, molto molto onirico. L'ho divorato.

Tra una lettura e l'altra ho poi letto le Poesie di Emily Dickinson. Lo ammetto sono molto ignorante in materia, non me ne intendo per niente di poesia però ne avevo letto una sua in internet e mi era piaciuta così ho voluto provare. Se le si leggono una volta sola sembrano parole senza senso, o almeno questa è stata la mia impressione, rileggendole un paio di volte però si capisce sempre di più il senso. Alla fine ce ne è una in particolare che mi ha fatta innamorare.
Questa:

Infine ho concluso giusto ieri sera Resta anche domani di Gayle Forman.
Mi era venuto il talento di leggerlo in seguito a una serie di tristissimi incidenti stradali avvenuti nella mia città nel giro di pochi giorni. Carino, molto triste se provo ad immedesimarmi, ma niente di speciale. Sinceramente penso che lo considererò autoconclusivo e non proseguirò a leggerne il seguito.


Stavo leggendo anche i Pilastri della Terra di Ken Follet ma stavo perdendo sempre di più l'entusiasmo quindi ho deciso di metterlo in standby finché non torneranno tempi migliori.
E voi cosa state leggendo? Cosa ne pensate di questi libri?



martedì 31 maggio 2016

Recensione: Love Holidays.Quaderni d'amore e di viaggi di Fosco Maraini e Topazia Alliata



Casa Editrice: Rizzoli
Prezzo: 39.00 Euro
Numero pagine: 533
Voto contenuto: 9
Voto copertina: 

Trama:
Giovani, innamorati e soprattutto instancabili viaggiatori, Fosco Maraini e Topazia Alliata sono poco più che ventenni quando iniziano a percorrere in lungo e in largo l'Italia dei primi anni Trenta. Non ancora marito e moglie, con l'entusiasmo vorace degli spiriti liberi, tra il 1934 e il 1935 attraversano città, campagne e panorami dal fascino ancora incontaminato. Da Firenze al Monte Bianco, dalla Sicilia alle Dolomiti, tra gli addii e le lunghe attese di riabbracciarsi c'è spazio per amicizie nuove e consolidate, momenti di alpinismo epico, avventure e incidenti di percorso; materia viva e imprevedibile che solo l'esperienza totale del viaggio può regalare. Dormono in piccoli alberghi o in alloggi di fortuna, in gruppo o scandalosamente da soli visti i tempi, e ogni tappa diventa memoria annotata con cura, lettera, fotografia, disegno. Il risultato sono cinque quaderni che i due amanti chiamano Love Holidays: diari appassionati e testimonianza intima dell'amore intenso e assoluto che proprio in quegli anni mette radici nelle loro vite. Sono pagine inedite in cui il gusto della scrittura si incontra con la passione per l'immagine e che, riprodotte integralmente in questo volume, ci raccontano per la prima volta la dimensione privata di una donna e artista straordinaria e di uno dei più grandi etnologi e viaggiatori italiani. Topsy e Fosco. Più semplicemente, T&F. Con uno scritto di Dacia Maraini e una nota storica di Toni Maraini.
                                                                               Il mio commento:

Love Holidays l'ho scoperto per puro caso. Ero in libreria nel reparto viaggi e stavo cercando una guida turistica per la Polonia. Mi chino per vedere se fosse negli ultimi scaffali e perdo l'equilibrio andando a sbattere con la schiena contro un'altro scaffale alle mie spalle. Mi volto terrorizzata di aver combinato un casino e me lo ritrovo davanti agli occhi, un po' storto per l'urto.
Love Holidays.
E' stato amore a prima vista e a casa l'ho divorato con gli occhi.
Meravigliose tutte quelle foto, meravigliosi i disegni, meravigliosa l'idea di riportare le pagine dei diari come se tra le mani avessi quelli originali.
Meravigliosi Fosco e Topazia.
Dalle pagine traspare tutto il loro amore; un amore Vero, genuino, felice, forte, passionale, intimo.
Un amore tutto loro.
E quante cose hanno fatto insieme! quanti viaggi, quante meraviglie hanno colmato i loro occhi.
Ho adorato questo libro perché quanto ho letto e visto è vero, Fosco e Topazia non sono personaggi letterari, quanto hanno vissuto l'hanno vissuto veramente.
Ho da sempre avuto un debole per le biografie, ancora di più se sono corredate con fotografie. I miei occhi anelano i dettagli; vedere com'erano le persone, che abiti indossavano, le loro espressioni, dove si trovavano. Il passato esercita un grande fascino nei miei confronti, di conseguenza questo libro si è rivelato essere un vero e proprio gioiello che non poteva mancare nella mia libreria.
Se ne avete l'occasione dateci un'occhiata, sfogliatelo un attimo e ditemi se non ve ne innamorate anche voi (poi, vabbè, il prezzo è un'altra storia).

martedì 23 febbraio 2016

Aggiornamento letture: Alegiant, Inferno, Dracula e Bellezza crudele

Buongiorno miei cari compagni di letture. Come state? Oggi avevo voglia di scrivere e di parlare di libri. E' da tanto che non aggiorno il blog, e ce ne sarebbe di bisogno dato che mi è ritornata alla grande la passione per la lettura. Sto divorando libri su libri cercando di recuperare il tempo perduto.
E' stato un periodo un po' così, avevo la testa altrove, poca voglia e tempo di fermarmi e leggere. Sono successe tante cose (belle) in questo ultimo anno che mi hanno portato però ad accantonare la lettura. O meglio, accantonare un certo tipo di lettura. 
Tra le cose belle (anzi bellissime) che mi sono capitate quella che svetta tra tutte è che mi sono Laureata, lo scrivo con la L maiuscola perché è stato un gran traguardo. 
Inoltre, la tesi l'ho fatta su un argomento che mi sta molto a cuore. Il titolo era (o meglio: è) L'educazione attraverso l'immagine nella letteratura per la prima infanzia, ovvero l'importanza del leggere libri illustrati ai bambini, e con i bambini, fin da piccolissimi.
Mi interrompo qui se no va a finire che ne parlo troppo e non era questo il mio intento adesso, ma se vi interessa fatemi sapere!

Dunque, andiamo per ordine.
Ho ripreso a leggere con Alegiant di Veronica Roth, era da troppo troppo tempo che stazionava nella mia libreria e non mi sembrava il caso di abbandonarlo lì e non sapere come finisse tutta la storia.
(Adesso che ci penso in realtà devo ancora vedere il film di Insurgent)
Carino ma col senno di poi direi "Ni". Il finale purtroppo mi era già stato spoilerato ma nonostante questo mi aspettavo mi lasciasse più emotivamente sconvolta ma così non è stato.
Proseguendo sempre sulla scia del distopico sono poi passata a leggere Inferno di Francesco Gungui. Anche in questo caso carino (meno rispetto ad Alegiant) ma niente di esaltante. L'idea di base mi piaceva molto ma la lettura non si è rilevata così coinvolgente. Penso gran parte della colpa vada alla caratterizzazione dei personaggi. Non si è creata nessuna particolare sintonia e simpatia tra me e loro, anzi Maj mi è risultata un filo antipatica. Di sicuro non proseguirò la trilogia e farò finta che finisce qui, con il primo libro.

Avevo poi voglia di una storia con un cattivo vero, ma di quelli cattivi per davvero senza nessuna giustificazione. Ho spulciato la mia libreria e perché non leggere Dracula di Bram Stoker? Lui si che è un Signor Cattivo. 
Il libro mi è piaciuto, forse un po' pesanti, certe volte, sia i monologhi del Dottor Seward che quelli di Van Helsing (all'occorrenza bellamente saltati di peso). Il finale però mi ha lasciato con un po' di amaro in bocca risultandomi un po' troppo sbrigativo. Stoker, non vedevi l'ora di finirlo?
Ho poi voluto guardare il film tratto dal romanzo. Ne esistono centinaia di film su Dracula ma ho pensato che magari Dracula di Bram Staker (1992) sarebbe stato quello più fedele al romanzo.
PER NIENTE.
Molte scene erano tali uguali a come venivano descritte nel libro ma la storia di base era completamente diversa. Nel romanzo non si è mai parlato di una storia d'amore di Dracula, lui non è mai stato innamorato di Mina. Lui era un mostro che non glie ne fregava di niente e nessuno, che avrebbe ucciso chiunque cercasse (Mina compresa) di ostacolare i suoi piani.
Nel film l'hanno voluto rendere umano anche se non lo era, di giustificare la sua cattiveria, di farlo passare alla fine per quello buono costretto a diventare cattivo per forze maggiori. No, quel Dracula non rendeva giustizia al vero Dracula pensato da Stoker.
Lasciando da parte questa incongruenza il film mi è piaciuto tantissimo, forse diventerà uno dei miei preferiti.
E lasciatemelo superficialmente dire: Gary Oldman nei panni di Dracula era un gran figo!

Dopo aver visto questo film avevo voglia di leggere di una storia d'amore tra un "cattivo tipo Dracula" e una brava ragazza e Bellezza crudele di Rosamund Hodge mi sembrava perfetto.
Voi non avete idea di quanto mi sia piaciuto questo libro! Tantissimo.
Vi giuro l'avrei letto giorno e notte e così è stato. Mi sono follemente innamorata di Ignifex.
Bello bello bello, sono molto contenta di averlo avuto tra le mani.

Ora sto leggendo due libri contemporaneamente.
Lettera a un bambino mai nato di Oriana Fallaci che mi sta piacendo molto e Matilde. Per grazia di Dio, se è qualcosa di Rita Coruzzi.
Quest'ultimo per ora non mi dispiace anche se ho letto solo un'ottantina di pagine (su 400 circa), vedremo.
Ancora non so cosa leggerò dopo vediamo che talento mi verrà a letture concluse. Fino ad ora sono stata brava e ho letto solo libri che già possedevo ma tra meno di mezzora vado a fare incetta in una libreria dell'usato, vi farò sapere.
Ah ultima cosa; ho anche io una Wish List su Amazon di libri che voglio comprare, se vi va dateci un'occhiata e consigliarmene\ sconsigliarmene qualcuno.

A presto!

mercoledì 16 settembre 2015

Recensione (per così dire): Sonno di Murakami Haruki

Oggi voglio parlarvi di un libro che mi ha lasciato a bocca aperta, letteralmente.
Sonno di Murakami è un libro strano, particolare. Partiamo dal fatto che si è rivelato non essere quello che mi immaginavo. Io pensavo alla storia di una donna che, una notte, per qualche oscuro motivo, durante il sonno, entra in un incubo. E nella mia testa l'incubo era un Signor incubo ( mostri, cose strane e compagnia bella). Invece da quel che ho letto sembrerebbe il contrario, ovvero che lei non riesce più a dormire. Ma questa cosa probabilmente è esclusivamente colpa mia, che non mi sono informata bene. Mea culpa. Però preferisco non informarmi troppo, preferisco rimanere sorpresa così com'è successo questa volta. A me piace essere istintiva nella scelta dei libri.
Di Murakami non avevo mai letto niente, e probabilmente questo libro, chi se ne intende più di me, non lo consiglierebbe come primo approccio. Però è piccolino e l'idea delle illustrazioni mi hanno convinta. Sto divagando però.
Ritorniamo al punto in cui vi ho detto che mi ha lasciato a bocca aperta. Il libro è finito in un modo che..non l'ho capito! O meglio, l'ho dovuto rileggere un'altro paio di volte per cercare di comprendere il finale. E una mezza idea me la sono fatta ma non sono sicura sia l'interpretazione giusta. L'ho pure letto a mia madre e ne è saltato fuori un acceso "dibattito" su come doveva essere andato a finire.
Mi è piaciuto per questo, non per la storia in sé perché ,ve lo ammetto, non succede niente ma per il finale. Perché non mi era mai capitata una cosa del genere, che finisse in maniera così..( mannaggia non posso usare certe parole per non spoilerarvi)
Insomma, uffa! è frustrante non sapere.

Mi rivolgo a chi lo ha letto, cosa ne dite se ne parliamo un po' nei commenti qui sotto? Vi prego
E poi: quale altro libro del Sign. Murakami mi consigliate?


                                                                               Dati tecnici:




Titolo:  Sonno
Autore: Murakami Haruki
Casa Editrice: Einaudi
Numero Pagine: 77
Prezzo: 15 Euro
Voto Copertina: 
Voto Contenuto: Non lo so #ops
Trama:  
Una donna attraversa la routine di giorni tutti uguali finché qualcosa di inaspettato irrompe nella sua vita: smette di dormire. Quello che all'inizio sembra un dono diventa la porta di accesso a una realtà segreta e inquietante.






martedì 8 settembre 2015

Cose che voglio fare nella vita


In questi giorni ,passando un sacco di tempo davanti al computer per colpa della tesi, mi capita spesso di perdermi via. Trovo un sacco di cose interessanti ( e per niente utili alla mia tesi) e mi ritrovo a fantasticare. Sul blog purtroppo non ci sono più stata perché quest'anno l'ho passato più a "fare" piuttosto che a leggere, ma non ho mai smesso di seguire altri blog. Ce ne è uno in particolare che mi piace da impazzire, che mi fa scoprire un sacco di cose nuove, che mi fa venire una gran voglia di fare, vedere. Perché vede la bellezza anche nelle cose più piccole e semplici, perché in realtà abbiamo molte cose in comune. Insomma mi piace leggere i suoi post.
Tutta questa pappardella per dirvi che, proprio mentre stavo sbirciando il suo blog sono incappata in un suo post dove parlava delle 31 cose che vorrebbe fare nella vita e ho pensato: "Anche io avevo iniziato a parlarvene", e poi, "Quest'anno ho realizzato un sacco di cose nella mia lista", e poi ancora, " Ho un sacco voglia di condividere la mia lista con altra gente,con voi".
Quindi, detto fatto.
In realtà non sono 31 le cose che voglio fare ma probabilmente millantamila.
Ovviamente siete caldamente invitati a fare un salto a Casa di Cindy



COSE CHE VOGLIO FARE, ALMENO UNA VOLTA, NELLA VITA:

  • Dipingere su tela 
  • Suonare il pianoforte
  • Prendere lezioni di canto
  • Viaggiare, vedere un sacco di posti nuovi
  • Ritornare a New York
  • Andare a cavallo
  • Andare al Cowboy guest ranch a Voghera
  • Andare a sparare  (fatto)
  • Farmi fare un ritratto/statua
  • Scrivere un libro e vederlo rilegato
  • Avere una stanza biblioteca nella mia futura casa
  • Andare in una scuola di ballo per ballare salsa e merengue (fatto) 
  • Cantare a un karaoke 
  • Andare a un concerto dei modà con mia mamma
  • Fare una vacanza in camper
  • Indossare la collana della nonna per il mio matrimonio
  • Fare l'operazione laser per la miopia
  • Riuscire a comprare i libri della mia lista 
  • Far stampare tutte le foto che ho sul Pc (fatto)
  • Andare in un centro benessere\spa
  • Baciare il mio moroso nel corridoio del Liceo ( credo che a questo sogno dovrò rinunciarci dato che ormai sono anni che non vado più al liceo)
  • Vedere un film di paura al cinema con il mio moroso.
  • Trasformare la videocassetta dei filmini di famiglia in dvd
  • Fare un picnic 
  • Visitare il museo delle cere a Londra.
  • Fare l'animatrice in un villaggio vacanze
  • Andare al Parcoavventure val Trebbia 
  • Andare a Disneyland 
  • Andare a Gardaland (fatto)
  • Vedere la Mini Italia (fatto)
  • Andare nel negozio del Boss delle torte
  • Falò in spiaggia
  • Paintball 
  • Andare in limousine
  • Andare a un concerto di Macklenore
  • Sbiancarmi i denti
  • Fare un giro all'Ikea (fatto)
  • Assaggiare le mele caramellate
  • Mangiare un vero cupcakes (fatto) 
  • Assaggiare un Donuts (fatto)
  • Farmi una collana personale (fatto)
  • Andare a Colorado (Tv show)
  • Farmi fare una Pedicure come si deve (fatto)
  • Volontariato all'estero 
  • Mangiare una vera pizza margherita a Napoli
  • Mangiare da Luini a Milano (fatto)
  • Nuotare coi delfini
  • Andare a Trieste quando c'è la Bora 
  • Guidare un quad nel deserto
  • Ziplining
  • Andare a "La tana del drago fumante" a Soncino
  • Corso di autodifesa
  • Andare al planetario
  • Cavalcare un toro meccanico
  • Visitare la Libreria Acqua Alta, Venezia (fatto)
  • Andare alla fiera del libro di Torino
  • Visitare un campo di concentramento
  • Andare alla Notte rosa a Riccione
  • Andare ad una Silent disco (fatto)
  • Ballare un lento come nei film
  • Fare un giro a Milano durante la settimana della moda
  • Prendere parte ad un gioco di ruolo
  • Andare a una mostra di Van Gogh 
  • Fare un corso di cucina
  • Imparare il linguaggio dei segni
  • Corso di prontosoccorso
  • Partecipare ad una Cena al buio 
  • Partecipare ad una Cena con delitto
  • Andare ad un concerto di Ed Sheeran
  • fare un giro sul Trenino Rosso del Bernina


E voi avete una lista di cose da fare nella vita? Condividete qualche mio sogno? Cosa ne pensate?



mercoledì 4 febbraio 2015

Recensione: Ed Sheeran.Un viaggio per immagini di Ed Sheeran e Phillip Butah

Se inizio questo post spiegandovi perché manco da così tanto tempo finisce che non vi parlerò mai più di Ed Sheeran.
Però mi mancava casa, questa casa. Il mio piccolo Altro mondo.
Mi sento un po' come quando ci si è sposati e si va a vivere in un altra casa, con una nuova famiglia, però ci sono giorni in cui senti che ti manca la tua vecchia cameretta e allora ritorni a casa, la tua vecchia casa, anche solo per qualche oretta. E nonostante tu dopo debba ritornare alla tua nuova vita sai che la porta di casa è sempre aperta per poter tornare.
Ecco, lo sapevo, alla fine ho parlato comunque troppo.
Torniamo a noi, alla recensione.
Oggi voglio condividere con voi questo gioiello..



Titolo: Ed Sheeran. Un viaggio per immagini.
Autore: Ed Sheeran e Phillip Butah
Casa Editrice: Fabbri editore
Prezzo: 19.90
Numero pagine: 201
Voto contenuto: 8
Voto copertina: 

Trama:
Per la prima volta Ed Sheeran svela la sua vita e le storie che stanno dietro alla sua musica in un libro molto originale, nato dalla collaborazione con l'artista Phillip Butah, suo amico di infanzia.Tra i ritratti eseguiti da Phillip e foto esclusive, Ed racconta il suo viaggio, in un resoconto illustrato e personalissimo di come si diventa un musicista famoso in tutto il mondo


                                                                               Il mio commento:

Io Ed Sheeran lo adoro, mi sono innamorata di lui quando ho sentito per la prima volta Give me Love. Da li è scattata la scintilla, ho cercato altre sue canzoni ( The A team, Drunk, Lego House, Kiss Me e mi fermo qui con l'elenco se non non la smetto più) e ho cominciato a tradurre i testi.
I testi, aaah (sospiro estasiato)! Trovo che siano delle poesie, delle dolci poesie.
Impossibile per me non innamorarmene.
Ma è sopratutto in questi ultimi mesi che la mia passione per Ed sta aumentando a dismisura, sarà che un po' fisicamente assomiglia al mio fidanzato? Beh sicuramente non solo per questo!
Sta di fatto che quando ho visto il libro per caso sugli scaffali della libreria sono impazzita.
(Impazzita nel senso buono,ovvio)
E poi io stra-amo le biografie.
Chissenefrega se costava 20 euro e nel portafoglio avevo giusto quella somma anche se erano gli unici soldi che mi rimanevano fino alla fine del mese. Doveva essere mio e così è stato.
Di Ed Sheeran conoscevo le canzoni (non tutte) e alcuni testi,punto e stop.
Non sapevo chi fosse, quale fosse la sua storia ed ero molto curiosa. Cioè lo sono diventata quando ho visto il libro..
Questa biografia mi ha soddisfatta appieno. Manca il lato spetteguless amorosi ma amen, (checcevòfà, a me piace molto farmi gli affari degli altri fino in fondo), ma per il resto però c'è tutto; lui da piccolo, da dove è nata la passione, i primi passi nel mondo della musica, tutto il suo percorso per arrivare a quello che è oggi.
A fine lettura lo stimo ancora di più.

"Ed Sheeran è la prova vivente che se vuoi puoi"

Vogliamo aprire poi una parentesi sui bellissimi ritratti di Phillip Butah, rendono il libro acora più unico e affascinante. Come può una persona essere così brava a ritrarre la realtà?

Insomma che dire, se anche a voi piace Ed (scritto così sembra che siamo best friends) ve lo consiglio caldamente. Certo il prezzo è quello che è (altino) ,ma merita.
Merita, merita, merita.